Trentino paesaggi mozzafiato e divertimento

La bellezza dei paesaggi del Trentino è l’ideale per una vacanza. Se si ha a disposizione un intero weekend con i bambini in Trentino è bene organizzarsi in modo preciso per evitare di perdersi occasioni e luoghi che senz’altro affascineranno anche i più piccoli. Ma cosa offre la regione alle famiglie? Scopriamolo insieme.

 

I monti innevati e le piste da sci

La prima cosa che viene in mente quando si pensa al Trentino Alto Adige è sicuramente la neve e le montagne tutte imbiancate. Nell’immaginario dei bimbi questo scenario è quasi fiabesco: perché non condurli proprio lì dove tutto diventa reale? Salire in vetta e poi giocare con slittino e sci sarà per loro una gioia immensa e un ricordo indimenticabile.

Il Trentino offre davvero infinite possibilità in tema di piste da sci e non solo. Infatti, in ogni struttura ci sono anche insegnanti e guide che si offrono di aiutare gli inesperti e di spiegare ai bambini come utilizzare l’attrezzatura per la loro prima esperienza sulla neve. Esistono comunque moltissime piste che sono studiate apposta per essere a misura di bambino e quindi ogni genitore può stare sereno e rilassato anche ad alta quota.

 

sciare in Trentino con i bambini

 

Immancabile tappa dopo la discesa sulle Dolomiti è in uno dei rifugi o aree di ristoro dove riscaldarsi con un’ottima cioccolata calda, che piace proprio a tutti. I family Sky Resort sono la soluzione per chi desidera avere tutti i comfort familiari, con animazione per bimbi, istruttori personali e snowpark con tantissimi giochi per i più piccoli.

Se poi si sceglie il periodo di carnevale, queste località offrono anche molte occasioni per divertirsi in maschera in mezzo alla neve con personaggi del tutto caratteristici a fare da protagonisti. Ma per salire fino in alto quale mezzo si usa? Naturalmente la funivia, che per i bambini significa poter ammirare uno spettacolare panorama dall’alto provando forti emozioni per tutta la durata del percorso.

 

Gioco e cultura: musei per tutti i gusti

Un weekend con bambini in Trentino non è fatto solo di sci e neve, ma di tante iniziative anche culturali che sotto forma di gioco diventano molto interessanti persino con gli occhi di un bambino. Sapevate che in Trentino Alto Adige esistono musei di ogni genere? Dalle scienze alle palafitte, dalla guerra all’aeronautica, si possono approfondire le proprie passioni.

Ma per i bambini è preferibile scegliere quelli con temi più leggeri, come le discipline scientifiche che, seppur complicate, sanno coinvolgere i piccoli con esperimenti e trovate del tutto fuori dal comune. Il Museo delle scienze si trova a Trento ed è conosciuto con il nome di Muse. Oltre alle sue attrazioni che coinvolgono tutte le fasce d’età, esistono aree specifiche che sono pensate per i bambini e propongono microattività per portarli a scoprire e al contempo imparare.

Si conosce l’importanza dei propri sensi, si partecipa a laboratori creativi e rigorosamente scientifici e si può ammirare l’universo in tutto il suo splendore. Insomma, si tratta di un viaggio unico capace di affascinare anche i piccolini. L’obiettivo è renderli protagonisti e permettere loro di scoprire, sperimentare e imparare.

Divertimento assicurato per i bambini e qualche momento di relax per i genitori che potranno nel frattempo godersi le altre aree del grande Museo delle scienze. Interessante potrebbe essere anche una visita al Museo delle palafitte, ma con bambini a bordo è meglio scegliere qualcosa che li attragga di più, come il Museo del treno.

Si chiama Mondotreno ed è a Rablà, in provincia di Bolzano. Al suo interno si potrà scoprire una vera e propria ferrovia in miniatura, dove sono stati realizzati in plastico treni, binari e veicoli fedelmente riprodotti e curati nei dettagli. Ci sono riproduzioni di scene abituali di vita che lasceranno a dir poco senza parole. E i bambini? Oltre ad ammirare gli splendidi modellini possono giocare utilizzando l’area interattiva, dove manovrare un treno o anche una funivia, divertendosi a fare i capotreni almeno per un giorno.

Col calare della sera lo spettacolo diventa ancora più suggestivo perchè tutto si illumina nella ferrovia in miniatura e attrae con le sue luci e i suoni che proiettano in un’altra dimensione. Solo una raccomandazione: la pulsantiera gioco è troppo bella per andare via subito e bisogna prendere in considerazione l’idea di sostare a lungo in quella zona di Mondotreno, magari giocando proprio insieme ai figli!

 

Kart e fattorie didattiche: esperienze uniche

Dalle piste da sci ai musei, è il momento di prendersi una pausa per godersi solo attimi di puro divertimento misto ad adrenalina. Che ne pensate di fare un giro sui kart? I bimbi più grandi, già dai 7 anni in su, vorranno di certo provare l’esperienza. E l’Ice racing kart è il posto perfetto per testare la loro voglia di mettersi in gioco su una vera pista.

Ovviamente i genitori potranno stare tranquilli perché la sicurezza viene al primo posto e i bambini utilizzeranno solo mezzi a potenza ridotta. Sarà come guidare sul ghiaccio perché la struttura è situata su una pista di neve artificiale che rende fluidi i percorsi. E tra un giro e l’altro, anche gli adulti potranno provare a fare la loro esperienza di guida col tifo dei loro piccoli in sottofondo. Inoltre, si può provare l’ebbrezza di guidare nella visione notturna, con luci e atmosfere davvero suggestive.

Se i bimbi, però, hanno un’età minore di 8 anni niente paura! Si può decidere di portarli all’interno di una fattoria didattica. Il contatto con la natura permette loro di sentirsi liberi e felici, imparando e scoprendo tante cose sulle piante e sugli amici animali. Accarezzare un vitellino, fare un giro sul cavallo o fare trekking con le capre sono tutte esperienze che appassioneranno di certo anche gli adulti che non potranno fare a meno di divertirsi insieme ai bambini. All’interno di queste fattorie si concede largo spazio all’apprendimento naturale, scoprendo dal vivo come si munge il latte, come si prepara lo yogurt oppure una confettura di frutta genuina appena raccolta.

Sono tutti momenti che soprattutto i bambini che vivono in città non conoscono e che cattureranno da subito il loro interesse. Queste fattorie didattiche sono talmente tante da confondere una famiglia che non conosce la zona. Ma qualunque scelta si faccia si è certi di centrare l’obiettivo: regalare un weekend da favola ai propri figli e divertirsi tutti insieme.

Famigliainfuga

Famigliainfuga.com è un blog di viaggio curato con passione ed orgoglio da me, Michele Valente e da mia moglie Chiara Sau, compatibilmente con gli impegni quotidiani e dai suoi autori. Lo spazio sul blog è dedicato ai nostri viaggi, le curiosità i consigli per chi viaggia e per lo stile di vita della famiglia. Sono appassionato di viaggi e di cucina di cui scrivo anche su altri siti del settore.

Lascia un commento