Vini rossi trentini

I vini nella tradizione del Trentino Alto Adige

Il Trentino Alto Adige ha una tradizione vitivinicola molto antica che affonda le radici addirittura alla preistoria.

Nei secoli ha dovuto superare il predominio della sericoltura e l’attacco di malattie come la peronospora e la fillossera, divenendo oggi uno dei fiori all’occhiello della regione.

Quelli trentini sono tra i migliori vini rossi italiani: si annoverano in particolare il Teroldego Rotaliano, il Marzemino e il Lagrein, vini questi che peraltro vengono utilizzati anche per ricette della tradizione italiana.

 

I più apprezzati vini rossi trentini

I vitigni trentini sorgono su pendii delimitati da muretti fatti di pietre definendo paesaggi spettacolari, godendo di terreni mineralizzati e di un clima non troppo freddo grazie alla protezione delle vette dolomitiche e al tiepido vento Ora del Garda.

Il “Principe del Trentino” è il vino Teroldego, prodotto solamente nella piana Rotaliana abbracciata dalle Dolomiti: di color rubino, ha un sentore di viola e di frutti rossi mentre al sapore si rivela avvolgente e corposo.

Il Teroldego Rotaliano è perfetto per accompagnare formaggi stagionati, salumi speziati e carni rosse.

Tra i migliori vini rossi prodotti sui terreni basaltici della trentina Vallagarina, in particolare nella zona di Ziresi, c’è poi il Marzemino: è un vino sofisticato e delicato, dal colore rosso violaceo e sentori fioriti di viola, molto apprezzato anche da Mozart che nel Don Giovanni lo loda nell’espressione “che si versi l’eccellente Marzemino”.

Il Marzemino accompagna ottimamente salumi, funghi e antipasti leggeri a base di carne cruda.

Non si può dimenticare poi uno dei vitigni più antichi di tutta Italia: si tratta del Lagrein, coltivato nel bolzanino e noto sin dal ‘300 quando Carlo IV lo proibì ai suoi soldati perché ritenuto molto alcolico.

Il Lagrein al sentore rivela note di frutti di bosco, viola, cacao e sottobosco; al sapore è leggermente tannico, molto strutturato e vellutato con un livello di acidità che lo rende selvatico. Questo vino si sposa bene con la selvaggina e con i latticini particolarmente saporiti.

 

Vini italiani migliori: regione per regione

Tagged: , ,

Leave comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *.