Vini rossi calabresi

    Vini rossi calabresi

    La storia

    I vini rossi calabresi hanno una storia antica e strettamente legata alle tradizioni e al territorio. Si narra infatti che uno di questi, il Ciriò, venisse offerto come premio ai vincitori delle Olimpiadi Ateniesi in epoca greca.

    In Calabria prevalgono nettamente i vitigni a bacca nera, come il gaglioppo che permette la produzione di vini rossi dalla grande personalità; sono diffusi anche il greco nero, il nerello, il magliocco e il pecorello.

    Il clima è caldo e secco in estate, in inverno invece è freddo e caratterizzato da nevicate nell’entroterra e più mite nell’area costiera.

    Ecco di seguito alcuni tra i migliori vini rossi calabresi.

     

    Pollino

    Per la produzione di questo vino rosso si utilizzano uve gaglioppo per almeno il 60%, greco nero minimo 20% e malvasia bianca, montonico e altre uve a bacca bianca per non oltre il 20% del totale.

    I vitigni si concentrano in terreni calcarei nella zona cosentina, ha colore rosso rubino, sapore sapido e secco e profumo intenso e fruttato con aroma di prugne e ribes.

    Il Pollino è un vino a tutto pasto ideale in accompagnamento le ricette tipiche della tradizione calabrese.

     

    Sant’Anna di Isola Capo Rizzuto

    Si produce mediante uve autoctone diverse come i vitigni nocera, il nerello mascalese, sapientemente miscelate e coltivate nell’omonimo comune, ma anche a Crotone, Cutro e Catanzaro.

    Il colore è rosso rosato, più o meno intenso in base alle annate, il sapore è asciutto e rotondo e il profumo denso e vinoso.

    Si abbina bene alle carni, ai formaggi, alle minestre e ai salumi tipici.

     

    Savuto

    Tra i migliori vini rossi calabresi c’è anche il Savuto, prodotto da vitigni come il gaglioppo, nerello cappuccio, aglianico, greco nero, coltivati in ben tredici comuni del cosentino e in provincia di Catanzaro.

    Il suo colore è rosso intenso o rosato in base alle annate e il sapore è asciutto e pieno; si abbina a carni rosse e bianche preparate in maniera diversa.

     

    Scilla

    Infine un altro vino rosso italiano tipico calabrese e dall’allure raffinato, coltivato da uve autoctone nel comune omonimo e in provincia di Reggio Calabria.

    Il gusto è fruttato e il colore rosso con riflessi ciliegia, mentre il profumo è fresco e amabile; gli abbinamenti migliori sono con i piatti di pesce, con i formaggi freschi e lo si definisce un tutto pasto.

     

    Vini italiani migliori: regione per regione

    Michele Valente

    Sono il blogger di Famiglia in Fuga. Appassionato di viaggi e di tecnologia, ho creato questo blog insieme alla mia famiglia.

    0 0 vote
    Vota l'articolo
    Subscribe
    Notificami
    guest
    0 Commenti
    Inline Feedbacks
    View all comments
    0
    Would love your thoughts, please comment.x
    ()
    x