Scoprire il Trentino Alto Adige: cosa visitare

    Scoprire il Trentino Alto Adige: cosa visitare

    Trentino Alto Adige

    Il Trentino Alto Adige è una regione meravigliosa. Perfetta in tutte le stagioni dell’anno, può essere vissuta considerando diverse tipologie di vacanza. Ci sono i soggiorni dedicati alle famiglie con bambini, ma anche quelli pensati per chi ama viaggiare in solitaria.

    Le alternative non mancano e sono per tutti i gusti e per tutte le tasche! Nelle prossime righe, abbiamo riassunto alcuni consigli per chi, come te, sta cercando dritte su come visitare il Trentino Alto Adige e su cosa vedere in questa terra stupenda.

     

    Lago di Tovel

    Conosciuto in tutto il mondo, questo lago del Trentino Alto Adige si contraddistingue per un colore che, fino alla metà degli anni ‘60, è stato di un rosso acceso. Il motivo? L’azione di un’alga speciale, conosciuta con il nome di Tovellia sanguinea.

     

    Vigo di Fassa

    Vigo di Fassa è una delle località più affascinanti e rinomate dell’intera regione. Considerata una vera e propria terrazza naturale sulle Dolomiti, è tra le mete più adatte per le famiglie con bambini.

    Tra i motivi che la rendono tale è possibile citare la presenza di numerose strutture attrezzate ad accogliere i più piccoli al meglio (in questo novero è possibile includere l’hotel La Grotta di MyTime Hotels).

    Tra gli altri motivi per cui vale la pena fare una puntata a Vigo di Fassa è possibile citare, in inverno, la possibilità di divertirsi sulle piste del Ciampedie. Inoltre, mentre si cammina per le viette del centro, è possibile godere della straordinaria vista che è il profilo della Marmolada, considerata dai veri appassionati di montagna la regina di tutta la catena delle Dolomiti.

     

    Val di Non

    Chi si concede una vacanza in questa terra speciale non può assolutamente farsi mancare un giro in Val di Non. In questo paradiso, è fondamentale dedicarsi alla scoperta dei castelli.

    Tra i più belli troviamo senza dubbio Castel Bragher, ma anche gli splendidi Castel Thun e Castel Valer. Un’altra tappa che non bisogna farsi assolutamente mancare quando si parla di scoperta della Val di Non è una visita tra le sale di Castel Nanno.

     

    Madonna di Campiglio

    Tra le località simbolo della regione, troviamo Madonna di Campiglio. Chi vuole scoprirne le bellezze, non può assolutamente prescindere da un giro, anche breve, presso le cascate di Valesinella. Stiamo parlando di un luogo capace, fin dai primi momenti, di lasciare a bocca aperta per la sua bellezza.

    Non appena lo si raggiunge, sembrerà di essere in un mondo a sé, dove c’è solo il rumore dell’acqua che scorre tra le rocce. Il sentiero può essere un po’ faticoso per chi è alle prime armi con il trekking, ma la vista finale vale assolutamente la fatica fatta.

     

    Castel Beseno

    In questo caso, stiamo chiamando in causa la più imponente struttura fortificata dell’intero territorio regionale. La sua mole, infatti, domina dall’alto la Val d’Adige, permettendo, a chi sale sulla cima, di vedere anche Trento e Rovereto.

     

    Orrido di Ponte Alto

    Per vedere questa meraviglia del Trentino Alto Adige dobbiamo avventurarci poco lontano dal capoluogo regionale. Si tratta di una tappa imprescindibile per chi è a Trento e per chi ha voglia di lasciarsi incantare dalla magia del ‘lavoro’ incessante dell’acqua del torrente Fersina.

     

    Castello di Avio

    Facciamo un veloce un cenno a questo famosissimo forte di origine medievale. Costruito in una posizione strategica per quanto riguarda la difesa, secondo le teorie più accreditate è stato edificato nel 1050.

     

    Borgo Valsugana

    Questo meraviglioso borgo della provincia di Trento si trova a cavallo del Fiume Brenta ed è considerato uno dei luoghi migliori della zona per chi ama dedicarsi alle passeggiate.

     

    Rifugi a misura di famiglia

    Quando si parla dei consigli per scoprire le meraviglie del Trentino, è il caso di fare un cenno ai rifugi. Per chi viaggia con la famiglia, esistono diverse alternative a misura di bambino.

    Chi ama trascorrere il tempo circondato dalla magia di boschi di abeti, può fare una puntata presso il rifugio Malga Kraun, che si trova nella zona di Ponte Mezzocorona. Qui si può scoprire la funivia più ripida d’Europa, ma anche avventurarsi lungo la passeggiata nota come Magia del Bosco.

    Degno di nota è anche il Rifugio Roda di Vael, situato in Val di Fassa. In questo caso, parliamo di un luogo molto facile da raggiungere. Tra i percorsi più utili al proposito, è il caso di citare quello che, grazie a un iniziale avvicinamento tramite la funivia di Ciampedie, consente di camminare circa un’ora e mezzo lungo una passeggiata adatta anche a chi non ha particolare attitudine all’attività fisica.

    Chi si trova in vacanza a Madonna di Campiglio, percorrendo – anche con i bimbi – un sentiero della durata di circa 20 minuti, può raggiungere il delizioso Rifugio Lago di Nambino, un piccolo paradiso in legno ‘guardato’ da lontano dalle Dolomiti del Brenta.

    0 0 vote
    Vota l'articolo
    Subscribe
    Notificami
    guest
    0 Commenti
    Inline Feedbacks
    View all comments
    0
    Would love your thoughts, please comment.x
    ()
    x