Safari in Tanzania: consigli utili per un’avventura unica

Safari in Tanzania: consigli utili per un’avventura unica

Se sei un amante della tranquillità e della natura incontaminata, se ti piace l’avventura e ami gli animali, se il tuo sogno è quello di trascorrere una notte nel deserto al chiaro di luna, hai sicuramente pensato alla possibilità di fare un Safari in Tanzania.
La nazione che offre di più, per la varietà di paesaggi naturali e di animali, è la Tanzania.

 

Dove si trova la Tanzania

La Tanzania si affaccia sull’Oceano Indiano con 800 km di meravigliose spiagge bianche e acque cristalline, in cui è possibile ammirare la barriera corallina anche ad occhio nudo.

Il Nord-est è costituito dalla parte montuosa, governata senza indugi dal Kilimangiaro, la montagna più alta dell’Africa.
Spostandosi verso nord – ovest c’è invece la regione dei Laghi, che anche questa volta vanta il suo primato con il lago Vittoria e il Tanganica, rispettivamente il lago più grande e quello più profondo dell’intero continente africano.

L’attività che però da anni attrae i turisti è il Safari, perché la Tanzania offre numerosi parchi naturali che ospitano un’immensa varietà di specie come i famosi Big Five: leone, bufalo, elefante,leopardo, rinoceronte, ma si possono ammirare anche giraffe, particolari tipi di scimmie, impala, antilopi, zebre e gnu (di questi ultimi, nel periodo primaverile si ne possono ammirare intere mandrie in migrazione).

Esistono diverse tipologie di Safari, come quello a piedi – raramente consentito – che permette di vedere specie altrimenti non visibili, come alcuni camaleonti o gorilla, o quello in barca che permette di ammirare coccodrilli e altre specie acquatiche.
Quello che noi consigliamo è quello fotografico, in cui potrai ammirare animali e panorami al sicuro dentro una Jeep, accompagnato/a da esperte persone del luogo.

Non sarà raro assistere a scene di caccia tra animali ed è un’esperienza emozionante, ti darà la sensazione di essere all’interno di un documentario di National Geographic.

Un Safari in Tanzania è una delle esperienze più belle che potrai fare nella tua vita, se poi sei un amante della fotografia potrai fare degli scatti che non avresti mai immaginato!

Ecco allora una serie di consigli utili per pianificare le tue vacanze:


Come raggiungere la Tanzania

Ci sono tre aeroporti in Tanzania: Kilimangiaro, Dar Es Salaam e l’isola di Zanzibar.

I Safari partono però dalla cittadina di Arusha,non distante dall’aeroporto del Kilimangiaro, pertanto sarebbe la meta ideale per il viaggio di andata. In base ai giorni a disposizione potrai poi scegliere di ripartire da un altro aeroporto, ad esempio quello di Zanzibar, più economico.

I voli di linea partono tutti i giorni da Roma e Milano, anche se è possibile trovarli anche da altre città italiane e sono altrettanto convenienti i voli charter.

I voli sono effettuati da compagnie come KLM, Qatar Airways, Ethiopian Airlines, AirFrance . Per spostarsi poi all’interno della Tanzania è consigliabile prendere dei voli interni. Percorrere le strade in macchina è pericoloso e le condizioni delle strade non permettono spostamenti veloci.

 

La durata e i prezzi del Safari in Tanzania

Le due cose sono correlate, poiché la durata del viaggio dipende dal budget a disposizione. Se tuttavia decidi di fare un viaggio in Tanzania devi preventivare una bella somma.

I Safari hanno un costo di circa 180 – 200 euro giornalieri, ai quali dovrai aggiungere le quote di entrata per i parchi nazionali, il vitto e l’alloggio. Potrai scegliere di alloggiare in una struttura alberghiera oppure potrai dormire in campeggio al chiaro di luna in mezzo ai parchi naturali, in cui sono presenti delle aree attrezzate (non sempre recintate).

Il Safari in Tanzania ideale è quello di almeno 6 giorni e la quota da preventivare è di circa 350 – 400 euro giornalieri. A seconda del budget poi potrai decidere di avvalerti di un volo interno per raggiungere una destinazione di mare.

Ci sono tantissimi tour operator che organizzano pacchetti per tutte le tasche (o quasi!), puoi scegliere su web quello che preferisci.


Il periodo migliore per andare in Tanzania

La Tanzania ha un clima tropicale e ha temperature miti durante tutto l’anno. Se però vuoi goderti al meglio l’esperienza del Safari in Tanzania, i mesi di luglio e agosto regalano incredibili migrazioni di animali che vale la pena vedere. In ogni caso puoi scegliere tranquillamente qualsiasi data tra maggio e ottobre e non rimarrai deluso dalle aspettative.


Documenti necessari per viaggiare in Tanzania

Per viaggiare in Tanzania ti servono:

  • Un passaporto, con validità residua di almeno 6 mesi.
  •  Un visto turistico. Dal 1 gennaio 2020 è consigliato richiedere il visto preventivamente al Consolato della Tanzania a Milano tramite email; in alternativa è possibile acquistarlo all’arrivo in Tanzania e ha un costo di 50$.

 

Quali vaccini devo fare per andare in Tanzania?

Al contrario di ciò che siamo portati a pensare, non è obbligatorio alcun vaccino per entrare in Tanzania. Il vaccino per la febbre gialla è obbligatorio se si trascorrono più di 12 ore in una nazione africana in cui la malattia è endemica, ad esempio il Kenya.

Ci sono però una serie di vaccini altamente consigliati. Il medico di base saprà consigliarti al meglio quali vaccini sia opportuno fare prima della partenza, a seconda del periodo.

Solitamente i vaccini consigliati sono quelli per l’epatite a/b, la poliomelite, la rabbia e la febbre gialla. Per la malaria non esiste un vaccino, ma in alcuni casi è consigliata la profilassi antimalarica, in particolar modo nel periodo delle piogge. Questa tuttavia non è esente da controindicazioni, pertanto è necessario valutarlo con l’aiuto di un medico.

Provengono dalle zanzare anche la febbre dengue e la dengue emorragica. Il consiglio migliore è sempre quello di adottare misure preventive per evitare le punture di zanzara.

 

Assicurazione sanitaria

Purtroppo in Tanzania la sanità è carente e le trasfusioni non sono sicure. Per questo motivo è consigliato stipulare un’assicurazione sanitaria che preveda la copertura delle spese mediche e il rimpatrio sanitario (o il trasferimento in altro Paese) del paziente. Gli aeroporti di partenza sono quello di Dar es Salaam, Arusha (aeroporto internazionale) o Zanzibar per destinazioni europee. Precauzioni per la famiglia

Il pericolo più temuto in Tanzania sono le zanzare. Per questo motivo ti consigliamo di prestare particolarmente attenzione e seguire queste indicazioni:- Vestiti sempre con abiti coprenti.

  • Utilizza repellenti da spruzzare su indumenti, tessuti, bagagli e prodotti per il corpo.
  •  Evita l’esposizione dal tramonto all’alba, momento in cui le zanzare sono maggiormente in attività.

Altri virus e malattie potrebbero essere trasmesse dall’acqua o da cibi contaminati; per evitarli è sufficiente seguire alcuni semplici accorgimenti:

  • Non bere acqua che non sia imbottigliata ed evita il ghiaccio
  •  Per l’acqua ad uso alimentare è consigliato farla bollire, filtrare e decantare prima dell’utilizzo.
  •  Lavare bene le mani
  •  Evitare il contatto con animali e pelli di animali
  •  Evitare cibi non cotti

In presenza di qualsiasi sintomo (vomito, diarrea, febbre) bisogna consultare un medico per effettuare le analisi.

 

Cosa mettere in valigia?

Sicuramente porterai uno zainetto, da portare sempre con te, e un bagaglio che potrai lasciare in albergo durante le escursioni.

Quali sono però le cose da non dimenticare prima di intraprendere un viaggio in Tanzania?

  • indumenti a manica lunga di cotone. Sarebbe meglio evitare il colore nero, bianco e blu.
  • felpe e giacche impermeabili per la sera
  •  crema solare e cappellino per il sole
  •  repellente per insetti
  •  prodotti per l’igiene (gel per le mani,salviette umide)
  •  un adattatore

La moneta La moneta ufficiale della Tanzania è lo Scellino Tanzaniano, ma le strutture alberghiere accettano anche dollari e euro.
Le carte di credito non sono tutte accettate. La visa è quella più riconosciuta, come American Express, tuttavia l’utilizzo comporta un prezzo maggiorato e ci sono poche banche in cui è possibile prelevare il contante. Il consiglio è quello di partire con un po’ di soldi contanti, da tenere in sicurezza.

A questo punto dovresti avere tutte le informazioni di cui hai bisogno per affrontare un safari in Tanzania, non ti resta che metterti uno zaino in spalla e partire!

Michele Valente

Sono il blogger di Famiglia in Fuga. Appassionato di viaggi e di tecnologia, ho creato questo blog insieme alla mia famiglia.

0 0 vote
Vota l'articolo
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x