Parole chiave: 5 consigli e 10 strumenti utili per il tuo blog

Parole chiave: 5 consigli e 10 strumenti utili per il tuo blog

Oggi per la gioia dei nostri amici blogger meno esperti, parleremo di un argomento molto importante per diventare far scalare al tuo blog le Sere di Google. Se vuoi diventare uno dei migliori travel blogger italiani devi conoscere queste informazioni su tutti gli strumenti per le parole chiave utili al tuo lavoro.

 

Ricerca delle parole chiave

Cosa sono le parole chiave? A cosa servono?

È risaputo che le parole chiave (keywords) svolgono un ruolo di fondamentale importanza per il digital marketing in quanto rappresentano lo strumento ideale per attirare visitatori che possono poi trasformarsi in clienti.

La keyword è una (o più) parola identificativa di un determinato argomento, che viene utilizzata dagli utenti per cercare informazioni; essa vieme infatti chiamata anche con l’appellativo di “query di ricerca”.

Lo scopo di questi termini è quello di indirizzare gli utenti verso uno specifico sito web, esattamente quello che corrisponde alle loro esigenze.

Chi trova parole chiave giuste è in grado di posizionare bene la propria pagina (sito oppure blog) sui principali motori di ricerca, per poter comparire tra i primi risultati disponibili.

Secondo la maggior parte dei dati statistici, infatti, l’utente difficilmente procede oltre i primi 10-12 risultati di ricerca e pertanto è necessario che un sito si trovi nelle posizioni iniziali.

Un adeguato posizionamento è il presupposto fondamentale perché una pagina riceva molte visite, soprattutto tenendo conto che Google funziona basandosi su un algoritmo in grado di selezionare i risultati presenti.

La SEO (Search Engine Optimization) comprende l’insieme di strategie finalizzate ad aumentare la visibilità di un sito per migliorare il suo posizionamento sui motori di ricerca e le parole chiave rappresentano uno degli strumenti più utili a tale scopo.

La parola chiave deve essere utilizzata in maniera corretta poiché altrimenti potrebbe rivelarsi addirittura controproducente e contribuire ad allontanare i visitatori dirottandoli verso i competitor.

Bisogna evitare tre comuni errori per chi cerca parole chiave:

  • impiegare termini troppo generici
  • non tenere conto della concorrenza
  • usare termini con doppio significato.

Per essere in grado di selezionare delle parole chiave Google realmente vantaggiose per il proprio sito (o blog) è necessario valutare quattro importanti indicatori.

 

1. Volume di ricerca

Si tratta della valutazione complessiva della media di ricerche mensili effettuate dagli utenti su Google, che è considerato a tutti gli effetti il più importante motore di ricerca.

È un dato che si deduce consultando uno strumento gratuito inerente alla pianificazione delle parole chiave di Google e che offre informazioni basilari per “tastare il polso” di una pagina web.

 

Parole chiave google volume di ricerca-min
Seozoom è uno strumento utilissimo per la ricerca di parole chiave

 

2. Pertinenza e rilevanza

È risaputo quanto sia importante focalizzare la selezione delle keyword soltanto su termini pertinenti alla pagina che si vuole ottimizzare, tenendo conto del funzionamento di Google che posiziona le pagine in relazione appunto alla loro rilevanza.

In altre parole, le parole chiave da impiegare devono essere collegate logicamente e interessanti rispetto alla tematica trattata.

 

3. Coda lunga

Le parole chiave a coda lunga, che sono quelle formate da 2 o più termini, risultano più facili da posizionare in quanto hanno una minore concorrenza grazie alla loro elevata specificità.

Intercettando ricerche informative molto precise fatte dagli utenti, esse riescono a indirizzarli altrettanto specificamente verso un determinato risultato.

 

Parole chiave google long tail o coda lunga-
Esempio di parola chiave long tail oppure chiamata a coda lunga

 

 

4. Concorrenza

È necessario valutare il grado di competitività delle keywords analizzando quanti siti già presenti sul web contengono, nelle loro pagine, la medesima parola chiave che si intende utilizzare.

Esiste uno specifico procedimento per arrivare a questo risultato, che si rivela fondamentale per l’ottimizzazione sui motori di ricerca.

Le parole chiave rappresentano pertanto le fondamenta su cui si basa la strategia e l’ottimizzazione di ogni sito web in ottica SEO per il potenziamento delle visite e del conseguente giro d’affari.

Un’adeguata Keyword Strategy, consistente nella migliore selezione delle parole chiave più performanti per un sito, incide profondamente sul suo successo a livello dei motori di ricerca.

Secondo il parere della maggior parte degli esperti di Digital Marketing:
“Le parole chiave sono la lingua di Google”.

Bisogna comunque tenere conto che, nonostante l’enorme importanza delle keywords, esse non sono l’unico strumento indispensabile per un buon posizionamento sui motori di ricerca, dato che vengono coinvolti anche altri fattori di natura sia interna che esterna.

Fattori interni

I fattori interni comprendono la strutturazione del sito, la selezione delle informazioni, la loro autorevolezza e coerenza, l’ottimizzazione dei meta-tag, la quantità e la qualità dei contenuti.

Fattori esterni

I fattori esterni riguardano l’incidenza dei competitor e il tipo di interpretazione dei concetti da parte dei motori di ricerca.

Come accennato, la creazione di una keyword strategy presuppone l’analisi di alcuni fattori, che sono la concorrenza, la rilevanza e pertinenza, il volume di ricerca e la coda lunga.

Una volta elaborata correttamente, questa strategia deve essere tradotta in un documento: si tratta del keyword set, un file in formato excel che contiene un elenco delle parole chiave più pertinenti e quindi più utili.

 

Importanza delle parole chiave per un blog

Il blog consiste in una sorta di diario personale che l’autore decide di condividere in rete con altri utenti; si tratta in altre parole di un diario elettronico il cui scopo è quello di trattare varie tematiche inerenti a determinati argomenti.

Con la nascita di piattaforme che permettono la pubblicazione gratuita dei blog, chiunque sia dotato di una certa propensione alla scrittura può pubblicare pensieri, riflessioni ed esperienze sotto forma di post, magari guadagnando attraverso inserzioni pubblicitarie.

In essi gli articoli sono suddivisi in base a determinate categorie, con differenti argomenti (tag); anche in questo settore, l’esigenza del posizionamento sui motori di ricerca risulta prioritaria.

Pertanto la scelta delle keyword per un blog si rivela un fattore fondamentale per la definizione della strategia SEO, un’operazione che dipende ovviamente dalla categoria e dal tipo di blog, in quanto esse devono rispecchiare le sue caratteristiche, le specifiche peculiarità del settore e gli argomenti da trattare.

In altre parole è necessario stabilire per quale genere di lettore viene strutturato un determinato blog; in questo modo è possibile recepire anche quali siano le principali ricerche verso cui egli si rivolge.

Bisogna tenere sempre conto del fatto che un blog non è scritto per i motori di ricerca, ma per le persone e dunque è indispensabile che il linguaggio impiegato (e quindi anche le keyword) si adatti perfettamente a ben precise aspettative.

La scelta delle parole chiave per un blog richiede molto tempo per poter osservare il tipo di utenza e le sue esigenze e analizzare con attenzione i parametri sopra elencati in un ottica leggermente differente in quanto più focalizzata sull’individualità.

Di solito è utile stabilire preventivamente una sorta di mappa mentale formata da pochi termini in grado di caratterizzare il blog e le tematiche trattate, per poi passare alla fase di selezione delle parole chiave più vantaggiose.

A seconda dei settori sviluppati nel blog è opportuno poi optare per le keywords maggiormente indicizzanti sulle quali sviluppare gli articoli.

Alcune di esse sono di facile posizionamento, altre decisamente meno; di solito è svantaggioso scegliere parole chiave rare oppure troppo generiche o concorrenziali in quanto esse non riescono a indirizzare i visitatori, ma piuttosto aumentano la frequenza di rimbalzo verso altre pagine.

In un blog, le parole chiave vanno scelte in base ad alcuni fattori, che sono:

  • vantaggi: è necessario valutare quali siano i benefici delle singole keywords in relazione alle tematiche trattate;
  • pertinenza: bisogna tenere conto del tipo di correlazione della keyword rispetto al tema principale;
  • conversione: è opportuno prendere in esame l’ipotesi di un passaggio dal proprio verso altri blog;
  • concorrenza: è fondamentale capire quanto la keyword sia difficile da posizionare su Google rispetto ai competitor.

 

Strumenti parole chiave gratuiti 

La keyword research costituisce una fondamentale componente per impostare correttamente qualsiasi campagna di marketing e pertanto coinvolge sia la creazione di siti web che di blog.

In entrambi i casi infatti lo scopo rimane quello di aumentare le visite e di conseguenza il giro d’affari che ne deriva direttamente (siti) oppure indirettamente (blog).

Un Google keyword tool è uno strumento messo a disposizione da questo importante motore di ricerca, che può essere gratuito oppure a pagamento.
La ricerca delle parole chiave è un’operazione che implica un notevole dispendio di tempo e che pertanto risulta estremamente vantaggiosa se risulta disponibile direttamente su Google.

È possibile servirsi di uno dei tanti keyword tool che offrono Google keyword gratis, di facile consultazione e utilissime per ottimizzare la propria posizione sui motori di ricerca.

 

1. Google Suggest

Ottimo strumento per le parole chiave. È il suggerimento che Google propone all’utente per aiutarlo a trovare velocemente informazioni sulla keyword di interesse, in base alla previsioni del motore di ricerca.

Viene considerato ideale per identificare le keywords di long tail (a lunga coda).

 

2. Google Trends

Questo strumento per parole chiave fornisce agli utenti un aiuto per determinare l’andamento degli interessi riguardo a una specifica parola chiave.

È un Google keyword tool che evidenzia la popolarità della parola chiave, fornendo preziosi dati sulle variazioni regionali per valutare l’importante fattore della stagionalità e i mutamenti di volume delle specifiche parole chiave nel tempo.

Si tratta di uno strumento per le parole chiave concentrato sull’attualità, che evita di prendere in considerazione tendenze già passate.

Come funziona Google Trends?

Ti lascio un video interessante in inglese su come funziona Google Trends.

 

video by Miles Beckler

 

 

3. Google AdWords

Si tratta di un avanzato strumento per l’analisi delle parole chiave che consente di valutare le tendenze dei volumi di ricerca e quindi di trovare nuove parole chiave previo inserimento di target linguistici e geografici.

 

4. Question DB

Si tratta di un enorme database relativo alle domande poste su Reddit (famosa piattaforma di discussione on-line) in grado di valutare la pertinenza di una keyword in rapporto alla categoria.

Il keyword planner si serve della lingua inglese e consiglia di utilizzare una parola generica per impostare la ricerca tramite lo strumento parole chiave.

 

5. Answer The Public

È un ottimo strumento per le parole chiave e per identificare frasi non contenute nella propria lista e che consente di visualizzare domande poste intorno a una determinata keyword.

Le informazioni sono suddivise in domande e ricerche correlate, preposizioni e query elencate in ordine alfabetico.

 

video by Riccardo Esposito

 

6. Keyword Tool Dominator

Questo strumento per parole chiave permette di visualizzare i dati delle keyword utilizzate da alcune tra le maggiori piattaforme, come Amazon, eBay, Google Shopping, Bing e YouTube.

Ogni tool offre una panoramica della parola chiave ed è gratuito per tre ricerche al giorno

 

strumento parole chiave Keyword tool dominator

 

7. Also Asked

Consiste in un sistema che mostra le domande relazionate, il cui scopo è quello di far comprendere come i quesiti degli utenti possano essere raggruppati per topic.

In altre è un ottimo strumento per le parole chiave correlate.

 

8. Soovle

Il programma permette di venire a conoscenza di come mutano gli interessi degli utenti sulle differenti piattaforme, per orientarsi in un secondo tempo sulla selezione delle keywords.

 

9. Google Adds

Considerata un’ottima fonte di suggerimenti, uno strumento per le parole chiave che offre stime sempre aggiornate sul volume di ricerca di una keyword.

 

Keyword research di qualità a pagamento

 

SeoZoom per la Keywords Research

 

Parole chiave con seozoom-min

 

SEOZoom è la prima SEO Suite Italiana in grado di fornire un insieme di indispensabili strumenti per chi desidera ottimizzare le proprie pagine sui motori di ricerca.

Si tratta di uno dei più perfezionati tool di web marketing attualmente disponibili che prevede il pagamento di un canone mensile di differente entità:

  • piano studenti: 29 euro mensili;
  • piano start-up: 49 euro mensili;
  • piano agency: 119 euro mensili;
  • piano corporate: 449 euro mensili;

Le principali funzioni di SEOZoom sono le seguenti:

  • creare progetti per qualsiasi sito;
  • analizzare le keywords dei competitor;
  • analizzare il volume del traffico in entrata;
  • monitorare la concorrenza;
  • monitorare quotidianamente il posizionamento delle parole chiave;
  • intercettare le modificazioni dell’algoritmo di Google;
  • analizzare il profilo delle backlink;
  • migliorare il posizionamento delle proprie pagine;
  • studiare nuove strategie di link building;
  • trovare idee sempre nuove e vantaggiose per il posizionamento;
  • analizzare le pagine che stanno perdendo posti;
  • scoprire quali siano gli errori gestionali all’interno del sito.

 

Uno strumento da non sottovalutare di questo tool è quello dedicato alla strategia editoriale, relativa alla creazione di testi qualitativamente superiori che possono incrementare il traffico sul sito web.

Inoltre SEOZoom permette di mantenere traccia dei lavori precedentemente svolti, delle performance dei siti e dei blog, di monitorare l’andamento dei progetti on-line.

 

Come cercare le parole chiave con SeoZoom

 

video by SeoZoom

 

Chi sceglie di utilizzare questo software può partecipare a webinar di formazione offerti gratuitamente e riguardanti SEO e Cpywriting.

Michele Valente

Sono il blogger di Famiglia in Fuga. Appassionato di viaggi e di tecnologia, ho creato questo blog insieme alla mia famiglia.

0 0 vote
Vota l'articolo
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x