Noleggio camper Napoli: come dove e quando

    Noleggio camper Napoli: come dove e quando

    Viaggiare è un’esperienza unica ed oggi tratteremo in particolare del viaggio in camper: per molti è un’avventura da evitare, per altri invece è il modo migliore per organizzare una vacanza.

    Prima di iniziare è opportuno conoscere a pieno cosa significa intraprendere un viaggio in camper e come è meglio gestire tutte le risorse necessarie; inoltre la conoscenza dei luoghi di stallo gioca un ruolo fondamentale.

     

    In camper a Napoli

    La città partenopea è senza dubbio uno dei posti più affascinanti e ricchi di storia della penisola italiana. Girare in camper tra le bellezze artistico-culturali del capoluogo campano è abbastanza facile, infatti l’accesso alla città metropolitana consente fluidità di movimento da un luogo all’altro senza spendere troppo.

    Le aree di sosta presenti a Napoli sono molteplici ed anche in punti strategici, infatti da quelli presenti nella periferia della città è facilmente raggiungibile il centro e le attrazioni principali come il famosissimo lungomare ove gustare una pizza con il Vesuvio come sfondo è una tappa obbligatoria.

    Restando in tema Vesuvio invece sono molteplici le aree di sosta sparse tra Pompei ed Ercolano. Da qui oltre a visitare i famosi scavi delle due città che vennero ricoperte dalla lava, è possibile recarsi presso il complesso del vulcano scalando i pendii giungendo sino alla cima.

    Restando nei dintorni di Napoli sarà possibile fare una tappa presso l’imponente reggia Borbonica: la Reggia di Caserta ed i giardini ad essa annessi.

    Leggi  Vacanza in camper, ecco i suggerimenti da non dimenticare

    Tornando verso il capoluogo ci si potrà addentrare tra le caratteristiche strade che attraversano il centro storico di Napoli e vivere a pieno l’atmosfera partenopea. Spaccanapoli e San Gregorio Armeno sono le più peculiari oltre che le più frequentate.

     

    Noleggio camper a Napoli: quello che c’è da sapere

    L’esperienza del camper difficilmente si dimentica e soprattutto adattarsi a quello stile di vita non è facile. Dovrete infatti convivere con spazi stretti e comodità diverse da quelle di una vera e propria casa; dunque prima di partire per quest’esperienza è importante valutare se si è disposti ad uno stile di vita differente.

    Se si tratta di un primo viaggio, l’opzione più consigliata è senza dubbio quella di noleggiare un camper, in quanto acquistarne uno sarebbe una mossa azzardata.

    Una volta stabilito come approcciarsi al camper, bisogna considerare anche i comfort che si vogliono avere dalla casa su 4 ruote. Esistono diversi tipi di camper, dai più basici ai più accessoriati, vediamoli insieme:

    • Dotato di mansarda
    • Motorhome
    • Semi-integrale
    • Furgone

    Il camper dotato di mansarda è quello che ha una maggiore vivibilità soprattutto a livello di spazi interni ed infatti di solito dispone di più posti letto.

    Così come specificato dal nome, sopra la cabina di guida è posta la mansarda con “camera da letto”; la cabina di guida è separata, generalmente con una porta, dal corpo principale.

    I prezzi sono moderati, soprattutto in caso di noleggio; l’unica pecca è la mansarda situata sopra la cabina guida che rende la guida meno fluida.

    Leggi  7 consigli per viaggiare in famiglia con il camper a noleggio

    Il camper motorhome così come il precedente è di grandi dimensioni adatto a famiglie numerose o gruppi di amici. Anche per quest’ultimo però la guida non è tra le più fluide e si sconsiglia a persone non esperte.

    Il camper semi-integrale o profilato invece è aerodinamico e maneggevole con dimensioni meno importanti. Nonostante ciò la vacanza sarà confortevole.

    Il furgonato è un corpo unico senza divisioni ed avendo dimensioni molto ridotte rispetto agli altri menzionati prima è il più adatto per viaggiare da soli o in coppia.

     

    Noleggio camper a Napoli

    Una volta stabilito il camper più adatto alle esigenze analizziamo quali sono le aziende più importanti presenti a Napoli e dintorni per noleggiare un camper.

    “Center Camper Srl” situato in Via Nuova Toscanella (NA) si trova nell’entroterra del capoluogo campano ed è uno dei migliori a livello di rapporto qualità-prezzo.

    C’è poi “Noleggio Camper Napoli – Esse Auto” situato ad Acerra vende e noleggia camper; presenta un vasto assortimento di veicoli ad un prezzo contenuto.

    Vi sono poi numerosi siti internet che permettono di noleggiare camper per un breve periodo, ma anche per tempi prolungati; ad esempio il sito “Yescapa.it” permette di scegliere che tipo di camper noleggiare, la soglia minima o massima del budget, i posti letto e tanto altro. Sarà inoltre possibile optare per il camper con i comfort che si preferiscono.

    Arrivati a questo punto, dopo aver scelto quello più adatto e stabilito i punti salienti del nostro viaggio, focalizziamoci su alcuni consigli che potrebbero aiutare tutti alla vita su quattro ruote.

    Leggi  Sicurezza in camper: parliamo di pneumatici Michelin Agilis

    Vediamo i suggerimenti per viaggiare con la famiglia: è fondamentale l’organizzazione, infatti viaggiando con i familiari bisogna suddividere gli spazi e gestire al meglio le risorse.

    Senza alcun dubbio in camper non si hanno tutte le possibilità di cui si dispone normalmente, dunque l’acqua, la luce e l’elettricità vanno utilizzate con parsimonia se non si vuole rischiare di restarne senza prima del previsto.

    Un altro fattore da considerare è la presenza del cane in camper, infatti spesso ci si chiede quanto sia conveniente portarlo con sé in vacanza.

    Si sa i cani sono i migliori amici dell’uomo e nessun padrone vorrebbe mai lasciarlo solo durante un viaggio.

    Così come per la macchina, anche il camper non è sempre confortevole per loro che potrebbero soffrire numerosi spostamenti in poco tempo.

    Di solito i nostri amici a quattro zampe si adattano più facilmente ai lunghi tragitti poiché accettano la situazione come normale, dunque un punto a favore del camper.

    Per evitare in ogni modo che il cane possa sentirsi nauseato durante il percorso bisogna permettergli di avere un ricambio d’aria costante e soprattutto, a differenza di quanto si crede, non si deve assolutamente legarli impedendogli di muoversi in quanto questo creerebbe una situazione di sconforto e di paura.

    In fin dei conti che si scelga o meno di portarlo con sé l’importante è non abbandonarli mai!

    Michele Valente

    Sono il blogger di Famiglia in Fuga. Appassionato di viaggi e di tecnologia, ho creato questo blog insieme alla mia famiglia.

    0 0 votes
    Vota l'articolo
    Subscribe
    Notificami
    guest
    0 Commenti
    Inline Feedbacks
    View all comments
    0
    Would love your thoughts, please comment.x
    ()
    x