In questo articolo troverai i nostri consigli per visitare con i tuoi figli l’incantevole regione Emilia Romagna, una delle più belle d’Italia, che offre infinite possibilità a famiglie e coppie ma anche a chi ama viaggiare da solo. I territori emiliani si fanno infatti distinguere tra quelli dell’intero Stivale per l’infinita accoglienza dei loro abitanti, che sono sempre estremamente aperti al turismo e che, soprattutto dal punto di vista gastronomico, offrono grandi opportunità a prezzi davvero irrisori.

Mete Emilia Romagna: le nostre 5 preferite

Il territorio è ricco anche dal punto di vista paesaggistico e culturale. Tra le principali mete dell’Emilia Romagna non mancano le grandi città d’arte, come Bologna e Parma. Città prettamente turistiche e moderne che, oltre ad essere caratterizzate da un’ampia presenza di servizi, hanno anche un incredibile valore storico e artistico. Non manca il mare, perché le provincie di Ferrara, Forlì, Rimini e Ravenna affacciano sulla Riviera Romagnola, e non manca la montagna, grazie a località esclusive come la Val Trebbia e gli Appennini Emiliani. Il tutto è “farcito” da splendidi borghi caratteristici e da splendide città che, seppur innovative e moderne, presentano intatta la loro struttura architettonica più antica, come Modena e Piacenza.

Ma dove andare per visitare la Regione Emilia Romagna con i bambini? Abbiamo raccolto per te alcune tra le mete Emilia Romagna più interessanti. Scopriamole insieme.

 

1) Mirabilandia

Mete Emilia Romagna Mirabilandia

Tra le mete in Emilia Romagna troviamo il parco di Mirabilandia

Il parco dei divertimenti Mirabilandia è una tra le mete più visitate d’Italia, e soprattutto una tra le più amate dai bambini! Il parco ha alle spalle oltre 25 anni di attività ed è conosciuto in tutto il mondo per la sua altissima ruota panoramica illuminata, che è seconda per altezza soltanto al celebre London Eye di Londra. Il parco è un parco sia tematico che acquatico e, in quanto tale, può essere visitato sia in estate che in inverno. Alcune attrazioni, come il famoso Blue River, sono disponibili soltanto nella stagione calda.
Il parco rappresenta un’occasione di divertimento perfetta per i più piccini, ma è anche amatissimo dai più grandi, dal momento che alcune attrazioni (come le famose “Torri gemelle”) sono dedicate esclusivamente agli adulti. Ci siamo stati ed abbiamo scritto un articolo per farti conoscere le migliori attrazioni del parco divertimenti.
Mirabilandia si trova a Ravenna e consente di far visita anche al vicino parco di “Italia in miniatura”. Italia in miniatura è un parco a tema all’interno del quale, grazie a un percorso guidato, è possibile dare un’occhiata alle riproduzioni in scala delle più belle città e località italiane. Al suo interno sono presenti piccole attrazioni tematiche dedicate al mondo dei più piccini e, sebbene per questi ultimi possa non essere divertente tanto quanto una visita a Mirabilandia, rappresenta un’ottima alternativa durante le giornate in cui il parco di divertimenti si presenta come troppo affollato.

2) Acquario di Cattolica

Mete Emilia Romagna Acquario di Cattolica

Regione Emilia Romagna: acquario di Cattolica

 

La bella cittadina di Cattolica si affaccia sul mare ed è amatissima da grandi e piccini. Si tratta di una delle mete Emilia Romagna più apprezzate durante il periodo estivo, ma una passeggiata sul suo incantevole lungomare non si nega mai a nessuno, neanche in pieno inverno. Cattolica è inoltre sede di uno tra gli acquari tematici più grandi d’Italia. L’acquario di cattolica è secondo per dimensioni soltanto a quello di Genova, ma moltissimi tra i visitatori che hanno avuto la fortuna di vederli entrambi ne affermano l’assoluta superiorità in quanto a cura degli spazi e organizzazione. Se vuoi visitare l’Emilia Romagna in famiglia e con i bambini a seguito, non fartelo scappare! L’acquario è aperto tutto l’anno e ovviamente presenta la possibilità di richiedere biglietti a tariffa ridotta, pensati per agevolare i più piccini.

 

3) Il sentiero degli gnomi di Bagno di Romagna

Il sentiero degli gnomi di Bagno di Romagna è uno tra i sentieri più suggestivi d’Italia. Al suo interno si respira un’aria surreale, quasi fiabesca, che consente ai più piccini di esplorare divertendosi. I bambini non amano particolarmente le lunghe camminate, ma in questo caso siamo certi che riuscirete a portarli con voi con entusiasmo e che non faranno alcun capriccio. Leggenda narra che il piccolo sentiero (che si percorre per intero in meno di un’ora) sia popolato dagli gnomi, che fanno capolino facendosi riconoscere di tanto in tanto dai visitatori più fortunati. Maggiori informazioni puoi trovarle sul sito: http://www.emiliaromagnaturismo.it/it/terme/bagno-romagna-sentiero-gnomi.html
Il sentiero, sebbene sia abbastanza tortuoso, è totalmente sicuro e pensato proprio per i più piccini, che sono agevolati lungo il cammino da corrimano, appigli e segnaletica. Per una gita tranquilla sia per loro che per i genitori o per chiunque altro decida di accompagnarli, senza limiti di età! Se desideri visitarlo, ti suggeriamo di scaricare la mappa dal sito web ufficiale prima di partire, di stamparla e di portarla con te. Al suo interno sono presenti una serie di enigmi ed indizi, che vanno a formare il famoso “gioco dello gnomo” e che ti consentiranno di far divertire senza alcuna difficoltà i tuoi bambini.
Lungo il sentiero sono presenti oltre 100 “sorprese” che lasceranno i più piccini a bocca aperta, e a fine percorso sarà per loro possibile scrivere e “inviare” una letterina agli gnomi sfruttando le cassette dedicate presenti alla cassa. Il percorso, oltre ad essere divertente, è anche estremamente educativo perché consente di apprendere il nome di alberi, fiori e piante aromatiche, sparsi lungo il sentiero e segnalati da appositi totem, che ne elencano le caratteristiche.

4) I fenicotteri rosa del Delta del Po

I bambini, tanto quanto gli adulti, sono incredibilmente affascinati dal regno animale. Il delta del Po è popolato da intere colonie di fenicotteri rosa, presenti in massiccie quantità solo e soltanto in quelle zone. Il perché del fatto che i fenicotteri, specie animale così rara, abbiano deciso di migrare e stabilirsi in quelle località è tutto da scoprire. Ed è possibile farlo grazie alle visite guidate presso i due maggiori punti di raccolta delle colonie.
Le colonie sono principalmente due e si trovano una presso le Valli di Comacchio e l’altra presso le scenografiche Saline di Cervia. Questa meta Emilia Romagna ti consente di raccogliere “due piccioni con una fava” perché, oltre a scoprire la storia di queste migrazioni e avere la possibilità di vedere gli incantevoli fenicotteri rosa da vicino, tu e i tuoi bambini riuscirete anche a visitare location degne di rispetto, dalla celebre “Valle Campo” alla piccola e suggestiva città di Cervia. Il periodo più favorevole per ammirare i regali fenicotteri rosa va da maggio a settembre. Le visite possono essere svolte in barca, a piedi o su un comodo pulmino semi aperto.

5) Il castello dei burattini di Parma

Il castello dei burattini di Parma è una meta perfetta per le famiglie che viaggiano con i seguito ragazzi e bambini. Si trova all’interno del Museo Giordano Ferrari ed è conosciuto come la più grande collezione di burattini e piccoli oggettini di teatro d’Italia. E’ dedicato per l’appunto a Giordano Ferrari, famoso burattinaio parmigino che nel corso di oltre sessant’anni di carriera ha realizzato (e raccolto) oltre 1500 esemplari diversi di burattini fatti interamente a mano. Pezzi rari, da collezione, dall’incredibile bellezza costruttiva.
Per visitarlo è necessario seguire i percorsi guidati ideati proprio da Ferrari. Il museo si divide in due aree: la prima dedicata ai burattini italiani, la seconda a quelli stranieri. In ogni area è presente una parte espositiva centrale all’interno della quale è possibile osservare da vicino i burattini e leggerne la storia. Man mano che si procede verso l’esterno, la collezione si fa più “scritta” e meno visiva, ed è possibile leggere e visionare interi copioni teatrali d’epoca. Soltanto finita l’esplorazione e appreso quanto necessario sul mondo delle marionette, è possibile passare ai laboratori didattici e dedicarsi alle attività proposte dalla direzione. Un’occasione unica per grandi e piccini, che fa sì che il Museo dei Burattini vada a posizionarsi tra le mete Emilia Romagna più interessanti di sempre!