Il vitigno Montepulciano: una varietà di uva da vino del centro Italia

    Il vitigno Montepulciano: una varietà di uva da vino del centro Italia

    Una varietà di uva

    Il Montepulciano è un tipo di uva da vino rosso coltivato in particolare nelle zone del centro Italia , la maggior parte in particolare nelle regioni Abruzzo, Marche e Molise.

    Da non confondere con il vino Montepulciano, un vino rosso prodotto in Toscana che è completamente diverso.

    Apprezzati a livello globale per i loro sapori morbidi, il colore forte e i tannini delicati , i vini di Montepulciano sono in genere consumati meglio in gioventù e con il cibo.

    Il succo viola intenso dell’uva Montepulciano viene utilizzato in varie proporzioni per produrre molti di vini italiani DOC.

    Anche se a volte usato da solo, risponde anche bene alla fusione con altre varietà, con maggior successo il Sangiovese – il suo parente stretto e il vitigno più diffuso in Italia (per ulteriori informazioni su queste miscele, consultare Montepulciano – Sangiovese ).

    All’inizio del nuovo secolo, Montepulciano era la seconda varietà di vino rosso più coltivata in Italia, appena dietro il Sangiovese e leggermente davanti a Barbera .

    La sua popolarità è sia per lo stile accessibile dei vini che produce, sia perché la varietà offre rese affidabili.

     

    by Portale del Verde

     

    I vini

    I più famosi vini di Montepulciano provengono dalla costa orientale dell’Italia, in particolare dalla regione Abruzzo . Qui, nelle colline e pianure intorno alla costa adriatica vengono prodotti e  commercializzati con il nome di Montepulciano d’Abruzzo DOC.

    I migliori vini abruzzesi prodotti con il Montepulciano provengono dal nord della regione, ai piedi delle Colline Teramane . Sebbene leggermente più costosi a causa del loro stato DOCG, questi rappresentano comunque un eccellente rapporto qualità-prezzo.

    Altri due vini dell’Italia centrale dalle stelle stellari, ottenuti da uve Montepulciano, sono Rosso Conero e Rosso Piceno , entrambi vini marchigiani.

    Nonostante questi vini siano spesso di qualità superiore rispetto alle loro controparti d’Abruzzo prodotte in serie, sono notevolmente meno famosi.

    Ciò è probabilmente dovuto al fatto che i loro nomi non comunicano nulla sul vitigno di cui sono fatti: una sorta di svantaggio di marketing nel moderno mercato globale del vino incentrato sulla varietà.

    Mentre alcune uve (Chardonnay, Muscat e le varie varietà di Pinot vengono in mente) sono estremamente versatili e possono essere utilizzate per produrre vini di vari stili (fermo, frizzante, secco, dolce), Montepulciano ha finora sviluppato una reputazione solo per la sua vini da tavola rossi secchi.

    E mentre questa reputazione è in gran parte accurata, l’eccezione è sicuramente il  Cerasuolo d’Abruzzo più luminoso, più leggero, color ciliegia.

    Michele Valente

    Sono il blogger di Famiglia in Fuga. Appassionato di viaggi e di tecnologia, ho creato questo blog insieme alla mia famiglia.

    0 0 vote
    Vota l'articolo
    Subscribe
    Notificami
    guest
    0 Commenti
    Inline Feedbacks
    View all comments
    0
    Would love your thoughts, please comment.x
    ()
    x