[et_pb_section bb_built=”1″][et_pb_row][et_pb_column type=”4_4″][et_pb_dcsbcm_divi_breadcrumbs_module _builder_version=”3.18.1″ hide_homebreadcrumb=”off” separator=”sep-raquo” hide_currentbreadcrumb=”off” homebreadcrumborientation=”left” fontsbreadcrumbs_font_size_tablet=”51″ fontsbreadcrumbs_line_height_tablet=”2″ fontsseperator_font_size_tablet=”51″ fontsseperator_line_height_tablet=”2″ fontsbreadcrumblinks_font_size_tablet=”51″ fontsbreadcrumblinks_line_height_tablet=”2″ /][et_pb_text]

Gli gnocchetti sardi al sugo sono veloci da preparare, gustosi e dal sapore unico, in realtà non si tratta di veri e proprio gnocchetti ma di un formato di pasta tipico della Sardegna chiamati malloreddus.

Questo tipo di pasta si gusta in tantissime varianti, ad esempio il ragù si può preparare con carne di agnello, pesce, polpo, frutti di mare.

Un’ altra versione classica della ricetta prevede ricotta, zafferano e pepe, spolverizzati con abbondante pecorino.

Il ragù di salsiccia è un sugo molto saporito e deve il suo gusto spiccato alla salsiccia che porta con sé, la sua cottura richiede un pò di tempo.

INGREDIENTI

DOSI: per 4 persone

TEMPO DI PREPARAZIONE E DI COTTURA: un’ ora e mezza circa

-400 gr di farina di grano duro (o metà semola e metà farina bianca

-1 bustina di zafferano

-1 pizzico di sale

-100 gr di polpa di maiale macinate

-5 cucchiai d’ olio d’ oliva

-1 cipollina tritata

-500 gr di pomodori pelati freschi o in scatola

-sale

-qualche foglia di salvia

-basilico tritato

-pepe

-pecorino grattugiato

PROCEDIMENTO

Sulla spianatoia impastate la farina col sale, l’ olio, lo zafferano sciolto in un pò d’ acqua e altra acqua, aggiunta a poco a poco. fino ad ottenere un impasto omogeneo e piuttosto sodo.

Fate tanti bastoncini grossi come una matita, tagliateli a tocchettini e schiacceteli col pollice, passandoli su un setaccio: in Sardegna si usa il “ciuliri”.

Soffriggete nell’ olio la cipolla con la salvia, rosolate le carni e, appena asciutte, versate i pomodori; salate, pepate e portate a cottura.

Lessate gli gnocchetti in abbondante acqua bollente salata, togliete al sugo la salvia e aggiungete il basilico.

Condite gli gnocchetti, scolati al dente e completate col pecorino.

Gli gnocchetti sardi si trovano già pronti in commercio, i vini consigliati per accompagnare il piatto sono Oliena (Cannonau di Sardegna), Nero d’Avola Siciliano o un Pinot Nero Trentino.

Se non doveste avere a disposizione uno di questi vini, usate uno rosso con buoni profumi e tannini morbidi.

CONSIGLI

E’ un formato di pasta che si prepara soltanto con semola di grano duro e acqua, ideale per una sera di mezza stagione.

Il condimento richiederebbe la salsiccia isolana, ma in mancanza di questa, si può ovviare con della normale salsiccia aromatizzata con qualche seme di finocchio.

Non salate il sugo perché la salsiccia fresca sarda è già molto saporita, se lo trovate insipido aggiungete un pizzico di sale al pomodoro, appena prima di spegnere il fuoco.

 

 

 

 

 

 

 

[/et_pb_text][/et_pb_column][/et_pb_row][/et_pb_section]