Cosa vedere a Pienza: 7 consigli utili

    Cosa vedere a Pienza: 7 consigli utili

    Cosa vedere a Pienza in 7 punti fondamentali

    Come molti piccoli centri della Toscana, Pienza è un grazioso borgo rinascimentale in provincia di Siena, dichiarato ormai da diversi anni patrimonio dell’UNESCO per la vasta gamma di ricchezze che contiene un un’area piuttosto piccola.

    Nota anche per aver dato i natali nel 1405 a Papa Pio II, dal quale prende il nome, venne interamente riprogettata da Rossellino e Alberti nel corso del XV secolo, trasformandosi per volere le pontefice in un simbolo del periodo storico di rinnovamento che parte del paese stava attraversando.

     

    1) Piazza di Spagna

    Lo scenario che si apre agli occhi dei visitatori è quello di uno scorcio decisamente caratteristico, con un antico pozzo centrale circondato da palazzi disposti un maniera quadrata attorno ad esso, quasi che si trattasse di un’ampia corte antica.

    Da questo punto d’interesse da visitare a Pienza è possibile scorgere il Duomo della città e assaporare un clima che sembra essersi fermato a qualche secolo fa per la struttura architettonica e la calma che si respira.

    Leggi  Argentario dove si trova?

     

    2) Il Duomo di Santa Maria Assunta

     

    visitare Pienza il duomo

     

    Se vi state chiedendo cosa visitare a Pienza, tra il 1459 e il 1462 venne eretto un edificio religioso secondo i canoni dell’epoca, che riporta lo stemma di Papa Pio II sulla facciata principale per celebrare la sua presenza sul posto.

    Si compone di tre imponenti navate dove campeggiano le opere degli artisti rinascimentali, da poter ammirare in tutta calma durante alcune ore della giornata.

    L’esterno è decisamente imponente e caratterizzato da una serie di particolari realizzati con cura come voleva la tradizione dell’epoca.

     

    3) Palazzo Piccolomini

    Pienza cosa vedere? certamente non può mancare questo palazzo, un edificio storico a tre piani che affaccia su uno splendido giardino pensile, il primo realizzato nel corso del Rinascimento, a testimoniare l’importanza della vita immersi nella natura anche in un contesto prettamente cittadino.

    Non perdete l’occasione di ammirare un perfetto connubio tra architettura e verde, capace di suscitare un forte senso di interesse a tutti i visitatori che ogni anno accorrono sul posto per passeggiare tra le piccole viette di uno dei borghi più suggestivi d’Italia.

     

    4) Visitare Pienza: il Palazzo Comunale

    Anche solo dall’esterno, tra le cose da fase a Pienza c’è una visita a questo edificio cittadino, che soddisfa gli amanti dell’arte per la sua facciata in travertino e il meraviglioso portico che riporta gli stemmi dei podestà che hanno governato la città nei secoli passati.

    Leggi  Vivere a Grosseto: nella natura in Maremma

    Le arcate sono caratterizzate da antichi capitelli ionici perfettamente conservati, che rendono l’idea di quando fosse ambizioso il progetto del papa quando decise di rimettere a nuovo la sua città di origine.

    Unico aspetto da notare è l’altezza, inferiore a quella del campanile per mostrare la potenza della religione sulla politica.
    Ancora oggi è la sede del Comune e ospita un importante affresco appartenente alla scuola senese.

     

    5) Pienza da vedere: il gioco del panforte

    Tra le attività divertenti da fare a Pienza, soprattutto con i bambini, citiamo questa iniziativa che si svolge solitamente tra il 26 e il 30 dicembre di ogni anno.

    Prevede che il panforte, dolce tipico del territorio, venga lanciato sul tavolo incartato; chi si avvicina più al bordo guadagna punti fino alla vittoria finale dopo averne raggiunti 6.

     

    6) Palazzo Borgia

    Come noterete numerosi sono i palazzi che il paese ospita. Detto anche Palazzo Vescovile, oggi è occupato dal Museo Diocesano, le cui stanze sono ricche di arazzi , dipinti e opere di immenso valore storico, come la Madonna di Monticchiello, realizzata nel 1315 dal Lorenzetti.

    Sarebbe un vero peccato trovarsi in città e non poter ammirare una tale bellezza.

    Leggi  Mangiare bene a Siena: i 5 migliori ristoranti

     

    Madonna di Montichiello del Lorenzetti a Pienza

     

    7) Corso Rossellino

    Come ogni paese anche Pienza presenta un corso ricco di negozi più eleganti e piccole botteghe di prodotti tipici, dove è possibile acquistare un souvenir enogastronomico da gustare una volta tornati a casa per ricordare la piacevolezza della vacanza.

    Si tratta di una divertente passeggiata da fare in compagnia degli amici o della propria famiglia, per respirare quello che è davvero lo spirito del borgo.

    Michele Valente

    Sono il blogger di Famiglia in Fuga. Appassionato di viaggi e di tecnologia, ho creato questo blog insieme alla mia famiglia.

    0 0 votes
    Vota l'articolo
    Subscribe
    Notificami
    guest
    0 Commenti
    Inline Feedbacks
    View all comments
    0
    Would love your thoughts, please comment.x
    ()
    x