Coronavirus Covid 19 e viaggi: Trump sospende i voli con l’Europa

Coronavirus Covid 19 e viaggi: Trump sospende i voli con l’Europa

Siamo rientrati da Miami poche settimane prima dell’esplosione del Coronavirus Covid 19 in Europa ed è di poche ore fa la notizia che Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha annunciato ampie restrizioni per quanto riguarda i  viaggi in 26 paesi europei nel tentativo di combattere la diffusione del Coronavirus Covid 19.

 

L’annuncio di Trump 

L’annuncio di Donald Trump è arrivato subito dopo che l’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) ha classificato la malattia COVID-19 come una pandemia globale.

Il divieto si applica ai viaggiatori provenienti da paesi membri dell’area di viaggio senza frontiere Schengen. Trump ha inoltre accusato l’Unione Europea di scarsi controlli verso i propri cittadini in viaggi verso gli USA.

Le misure sono state adottate dopo l’aumento dei casi di contagio da coronavirus negli USA, infatti sono più di 1.100 i casi confermati negli Stati Uniti ad oggi, i morti sono più di 40.

 

I paesi esclusi

Rimangono fuori paesi come l Regno Unito, l’Irlanda e altri paesi non Schengen. Inoltre tutti i cittadini americani potranno rientrare partendo da alcuni scali (pochi) dove è possibile eseguire uno screening. Anche qui c’è molta confusione in quanto ancora non si conoscono i nomi degli scali da dove potranno rientrare i cittadini statunitensi.

Molti statunitensi che avevano programmato un viaggio in Europa, hanno disdetto le prenotazioni per la paura di rimanere bloccati senza possibilità di rientro nel loro paese in caso di nuovi sviluppi che ogni giorno si susseguono.

 

La rabbia dell’Europa

L’Unione europea ha affermato che le misure prese dal presidente Trump, sono state adottate  “unilateralmente e senza consultazione”.

Anche Airlines for America, il gruppo che riunisce le principali compagnie aeree statunitensi, ha dichiarato che la decisione presa da Trump colpirà duramente le compagnie aeree statunitensi.

 

I mercati

Sui mercati azionari l’effetto Trump ha portato a perdite ingenti delle borse di tutto il mondo, anche se nelle ultime ore si sono visti i primi segni di ottimismo in Europa con le varie piazze europee in ripresa do po la batosta degli ultimi giorni. Anche il petrolio dopo le grosse perdite dei giorni scorsi è salito di circa 7% e si è assestato a $ 35.50 al barile.

Michele Valente

Sono il blogger di Famiglia in Fuga. Appassionato di viaggi e di tecnologia, ho creato questo blog insieme alla mia famiglia.

0 0 vote
Vota l'articolo
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x