Cicloturismo: il bello della vacanza in sella ad una bici

Cicloturismo: il bello della vacanza in sella ad una bici

I vantaggi e la bellezza di un viaggio non tradizionale

Amate viaggiare e visitare posti nuovi? Vi piace il contatto con la natura? Siete consapevoli che in una vacanza la meta non è tutto, ma che bisogna godersi il viaggio? Allora il cicloturismo può fare al caso vostro! 

Probabilmente avete già sentito parlare di questa forma di turismo attivo che sta prendendo sempre più piede, per diverse buone ragioni.  In questa guida parleremo dei vantaggi del cicloturismo e vedremo insieme alcuni utili consigli per chi vuole avvicinarsi a questo entusiasmante ed affascinante mondo. 

 

La filosofia del cicloturista

Partiamo con il definire il cicloturismo. In parole povere si tratta di una vacanza in bici, che può durare pochi giorni o una settimana. Con la propria bici si possono così raggiungere mete di interesse naturale o culturale.

Grazie al sempre più crescente interesse per questa forma di turismo, è sempre maggiore il numero di associazioni che organizzano tour organizzati di gruppo, con altri appassionati di bici. 

La differenza principale tra un viaggio in macchino o in motocicletta ed uno in bici sta proprio nella possibilità di mantenere un’andatura più lenta, una che permetta di appagare appieno i sensi e di immergersi completamente nel paesaggio circostante. 

Il cicloturista non ha fretta. Sa che dispone di un mezzo abbastanza veloce per percorrere diverse decine di km al giorno, ma sa anche quando è il momento di rallentare e lasciarsi assorbire dalla magia della natura incontaminata. 

Non a caso, spesso vengono scelti degli itinerari secondari che sono meno veloci ma liberi dal traffico motorizzato . 

Il risparmio economico è sicuramente un altro punto a favore di questo stile di viaggio. Viaggiare in bicicletta non ha alcun costo. Gli unici costi da sostenere saranno quelli per pernottare in albergo o per gli spostamenti in treno o su acqua e, naturalmente, per comprare qualcosa da mangiare. Molti cicloturisti preferiscono pernottare in tenda per rendere l’esperienza ancora più verace. 

La soddisfazione personale di percorrere tragitti così lunghi per raggiungere una determinata meta, con la consapevolezza di aver contato semplicemente sulle proprie forze è un’esperienza formativa che tutti dovrebbero provare. 

Gli amanti della bici sanno che un itinerario a tappe è un po’ una metafora della vita. Si possono raggiungere anche grandi risultati e percorrere grandi distanze se si sa dosare le forze e se si spezzetta il viaggio diverse mete alla propria portata. 

Ma andiamo a vedere ora alcuni consigli utili per chi desidera avvicinarsi a questo mondo. 

Consigli per chi vuole iniziare

La scelta della bicicletta è una delle cose principali da valutare. Una bicicletta da corsa è sicuramente leggera e permette di percorrere distanze maggiori in un solo giorno. E’ possibile utilizzarla però esclusivamente su strade asfaltate ed in buone condizioni. 

Una mountain bike ha un telaio più robusto e resistente. Si può utilizzare su percorsi ibridi, rivelandosi il più delle volte la compagna migliore per un cicloturista. 

La scelta dell’itinerario è il momento in cui iniziamo a sognare, in cui ci proiettiamo con la fantasia per i percorsi più disparati. Potremmo scegliere se avventurarci da soli o se partire con un gruppo organizzato. 

Ci sono infatti piattaforme che ci possono guidare nella scelta dei nostri viaggi in bicicletta, mettendoci a disposizione una vasta scelta di itinerari per tutte le gambe, i gusti e… le tasche!

Quella di viaggiare con un gruppo organizzato può essere la scelta migliore per chi è alle prime armi ma anche per chi desidera affrontare un viaggio in compagnia di chi condivide la nostra stessa passione. 

Chi si approccia al cicloturismo farebbe bene a scegliere un percorso non eccessivamente lungo e che non presenti salite troppo lunghe e difficili.

Ci sarà tempo per allenarsi e passare allo step successivo. Potrebbe essere frustrante partire con tante buone intenzioni, per rendersi conto dopo pochi km che la fatica supera di gran lunga il piacere! 

Il bello è che esistono itinerari su misura anche per chi ha poco o nessun allenamento. 

L’alimentazione è qualcosa che non va assolutamente trascurata. Potremmo portare con noi delle barrette proteiche, poco ingombranti ma che ci possono dare la carica giusta in un momento di pausa. Mantenersi ben idratati è di capitale importanza per mantenersi in forza per tutto il viaggio. 

Se siamo stanchi della routine quotidiana e siamo impazienti di visitare posti nuovi in sella alla nostra bici, cosa stiamo aspettando? Lasciamoci trasportare in un’avventura che ci conquisterà sin dalle prime pedalate!

Michele Valente

Sono il blogger di Famiglia in Fuga. Appassionato di viaggi e di tecnologia, ho creato questo blog insieme alla mia famiglia.

0 0 vote
Vota l'articolo
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x