Viaggiare a Bali potrebbe essere più costoso per i turisti quest’anno, infatti le autorità si stanno preparando ad introdurre una tassa turistica per aiutare a contrastare l’inquinamento e la gestione dei rifiuti sull’isola. L’Agenzia per l’ambiente di Bali afferma che l’isola produce 3.500 tonnellate di rifiuti al giorno.

Secondo il Jakarta Post, è stata redatta una nuova legge che include una tassa di $ 10 per i visitatori stranieri sull’isola indonesiana. Il governatore di Bali, Wayan Koster, ha affermato che le entrate derivanti dalla tassa sarebbero destinate a programmi che aiutano a preservare l’ambiente e la cultura balinese. La nuova tassa viene proposta alla luce della continua battaglia dell’isola contro i rifiuti di plastica, che inquina le spiagge e le acque circostanti.

La popolare destinazione turistica, che ha all’incirca le stesse dimensioni della contea di Norfolk, ha visto circa 5,7 milioni di visitatori nel 2017 (principalmente dalla Cina e dall’Australia), e il numero continuerà ad aumentare, secondo il ministero del turismo nazionale.

Le materie plastiche monouso, comprese borse per la spesa, polistirolo e cannucce di plastica sono state bandite nel dicembre 2018. Il divieto era rivolto a produttori, distributori, fornitori e imprese, che hanno sei mesi per sostituire gli articoli con materiali alternativi. Coloro che non rispettano potrebbero perdere i loro permessi. Piani simili sono in corso di elaborazione per la capitale dell’Indonesia, Jakarta.

Koster rimane ottimista sui numeri dei visitatori, nonostante la tassa, ha infatti affermato che l’imposta si applicherebbe solo ai turisti internazionali e non ai visitatori locali.

I piani di investimento hanno ricevuto in gran parte sostegno sull’isola, a condizione che vengano realizzati per l’ambiente. dell’Indonesia.

È stato stimato che ci sarà più plastica nell’oceano che pesce entro il 2025, se non si farà di più per affrontare il problema alla fonte. Lo scorso ottobre, il Parlamento europeo ha appoggiato in modo schiacciante un divieto di plastica monouso, con cannucce di plastica, tamponi di cotone, piatti di plastica usa e getta e posate da vietare entro il 2021 e il 90% di bottiglie di plastica riciclate entro il 2025.

Leggi l’approfondimento in Inglese: https://www.theguardian.com/travel/2019/jan/25/bali-plans-tourist-tax-to-tackle-plastic-pollution

Famigliainfuga

Famigliainfuga.com è un blog di viaggio curato con passione ed orgoglio da me, Michele Valente e da mia moglie Chiara Sau, compatibilmente con gli impegni quotidiani e dai suoi autori. Lo spazio sul blog è dedicato ai nostri viaggi, le curiosità i consigli per chi viaggia e per lo stile di vita della famiglia. Sono appassionato di viaggi e di cucina di cui scrivo anche su altri siti del settore.

Lascia un commento